•  
    Domande?
    In questa sezione troverai un elenco delle domande più frequenti riguardo al Metodo VALIDATION ® e alla nostra attività
  •  
    Contattaci
    Per ulteriori domande non esitare a contattarci! Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Ci sono altre AVO in Italia?

  • Sono responsabile della Formazione di una struttura per anziani, come posso strutturare un progetto formazione Validation che coinvolga tutti gli operatori?

    Potrebbe cominciare col proporre un corso base da 1 o da 2 giornate a tutti i dipendenti, qualsiasi professione facciano. Ci invii una richiesta via mail e le invieremo i programmi dei nostri corsi in modo da poterne valutare i contenuti.
  • Le classi dei corsi possono avere un numero illimitato di partecipanti?

    No, sarà necessario organizzare più edizioni in modo da lavorare con classi non troppo grandi dando la possibilità all’insegnante Validation di coinvolgere tutti. Il taglio pratico è il nostro obiettivo principale.
  • Una volta fatto questo lavoro di base ci sono altre possibilità di approfondimento?

    Si, AGAPE AVO propone due strade percorribili interessanti, per approfondire e apprendere le tecniche:
    • un percorso di quattro step al fine di approfondire il metodo ed imparare anche qualche tecnica
    • il corso certificato di I° livello.
    Noi ne proponiamo almeno uno o due all’anno ma è possibile chiedere l’apertura di un corso interno, cioè rivolto esclusivamente ai dipendenti della struttura richiedente.
  • Perchè è cosi impegnativo il corso certificato di I° Livello?

    Perché quello che si vuole fare è cambiare una modalità comunicativa che viene molto spontanea. Ci vuole esercizio per questo, tempo e un feedback personalizzato. Vedi feedback.
  • Sono un caregiver familiare, posso partecipare anch’io ad un corso di I° livello?

    Certamente. Essendo una tecnica di comunicazione si rivolge a tutti coloro che hanno in carico anziani affetti da demenza, indipendentemente da quale è il loro ruolo. Il familiare è colui che ne ha più bisogno. Una cosa che va considerata è che durante il percorso è necessario esercitarsi con tutte e quattro le fasi se si vuole affrontare l’esame finale. Sarà quindi necessario cercare strutture o centri in cui fare questo tirocinio. E’ comunque anche possibile frequentare senza affrontare l’esame finale limitandosi agli esercizi fatti col proprio caro.
  • Quando si è diventati operatori Validation certificati e si torna alla routine si ha la sensazione di essere un po’ soli, senza confronto, se non si ha la fortuna di essere più d’uno. Come fare?

    Sì, è vero. Ci si sente un po’ soli, come in un luogo dove tutti sembra ti remino contro. In realtà non è così, è importante mettersi nei panni dell’altro e capire. Trovano strano come ti comporti ed è normale questo. Piano piano si può provare ad incuriosire gli altri col buon esempio e coinvolgere chi si mostra recettivo. Può essere un primo passo.
  • Sono un operatore di una struttura per anziani e ho partecipato ad un workshop sul metodo Validation. Come posso fare per far arrivare questo strumento anche ai miei colleghi?

    Il nostro consiglio è coinvolgere qualcuno che si occupi della formazione o della qualità o la direzione. Questo strumento va condiviso, è un linguaggio che, se tutti parlano, da ottimi risultati. Un corso base in struttura è il punto di partenza ideale.
  • Esiste qualcosa riguardo alla formazione per assistenti domiciliari?

    Gli assistenti domiciliari possono partecipare ad un corso base perché sono dei professionisti, come è anche possibile richiedere un corso specifico. Gli argomenti sono gli stessi e il taglio lievemente differente lo da l’insegnante a seconda di chi ha davanti e a seconda delle esigenze.
  • Vorrei proporre un Alzheimer Cafè condotto secondo i principi Validation

    Il nostro consiglio è quello di avere un conduttore di gruppi Validation esperto. Il gruppo di anziani può essere disomogeneo, dunque ci vuole preparazione, esperienza ed elasticità per gestire le situazioni che si vengono a creare.
  • Sono un’Educatrice Professionale e ho visto una collega condurre un gruppo Validation nella sua struttura. L’ho trovato molto interessante, posso farlo anch’io?

    È vero il gruppo Validation è qualcosa di straordinario. La sua collega ha frequentato sia il primo livello che il secondo e ha acquisito delle competenze con l’allenamento che raramente si possono imitare. Gli educatori hanno già un’ottima formazione ma il nostro consiglio è di rispettare il cammino formativo.
  • Validation sembra essere una filosofia di vita, si adatta quindi a tutti?

    Sì, non fa male a nessuno. E’ buona cosa però avere chiaro che quando ho davanti l’anziano compromesso non posso chiedere sforzi, posso solo essere convalidante, mentre con la persona lucida potrò usare un atteggiamento convalidante per aprire la porta della comunicazione, per poter far sentire all’altro la mia accoglienza, poi però rimane intatto tutto il resto, cioè il ragionamento, il tentativo di far rispettare la mia opinione etc.